Monday, April 03, 2006

Non mi resta che scrivere

E' una settimana che non mi fermo a riflettere.
Ho scritto, come mai prima. Delle bozze, qualcosa di maggiormente definito, qualcos'altro di meno. Sto' arrivando a qualcosa di grande, lo sento. Rischio di fondere, anche questo lo sento. Ma non me ne preoccupo: non ho niente da perdere.
Perche' questo?
Vegeto, semplicemente. Si, miei cari, da qualche tempo la considerazione si e' arenata su uno scoglio di sfiducia nei propri mezzi, alimentata a dismisura dalle cose che non vanno come devono andare. Ma scrivo, e questo mi salva dal fare cavolate.
Sono nero. D'invidia. Del sorriso altrui

4 Comments:

Blogger nandina said...

Grazie per la tua visita al mio blog.
E se puoi, se senti di fare qualcosa di buono per te e di "grande" allora non smettere di scrivere.
Io mi rendo conto di non riuscire quasi ad iniziare.

11:48 AM  
Blogger ilDART said...

AR capita a tutti di invidiare la altrui felicità,ci sono periodi in cui tutto va nel modo meno opportuno,in quei momenti bisogna andare avanti ancora più decisi,tanto più che non c'è scelta...
PS intanto consolati perchè il tuo blog è proprio bello

1:34 AM  
Anonymous brady said...

non aspettarti cose grandi per il momento,non desiserare niente per ora,vedrai che tutto cio' che accadra' andra' bene...non e' un atteggiamento a te consono,ma prova cosi',forse andra' meglio

12:26 AM  
Anonymous Anonymous said...

Veri amici non ne hai, ragazze neanche l'ombra, a casa tua ormai ti fai vivo per dormire e ogni tanto per mangiare, ormai la tua famiglia e' legata a te solo sulla carta, sei conosciuto da tutti ma nessuno ti conosce, tenti disperatamente di essere qualcuno ma non riesci a capire perche' la gente non ti apprezza per le bravate che fai, sei circondato di gente da mattina a sera e ti senti solo come un cane. Ma in compenso 'na coa...
Pensiero di un trentenne appassionato di moto

4:04 AM  

Post a Comment

<< Home