Monday, February 05, 2007

Donna senza vita

Donna senza vita che ti mangi le unghie sull’esito della liposuzione, che ti inguaini in microgonne che faranno risaltare il sedere e la vulva, che fai sbavare alla vista, che ti dimeni sulla pista.
Donna senza vita che lisci la tua pelle sino a tramutarla in una stoffa preziosa, profumata e soda, l’unico alternativa che il mondo ti offre per dare un senso alla tua esistenza.
Donna senza vita che ti ostini a vedere il rapporto sociale come un patto di sangue tra due entità: da una parte l’Uomo senza vita con la parvenza di un gruzzolo enorme, dall’altra la battaglia per accaparrarselo sessualmente. Sotto il Toro da monta con il fallo della firma prestigiosa, nell’apparenza d’un orgasmo di celebrità, che lo sperma del sorriso finto dell’Uomo senza vita ti empia sino a farti scoppiare l’utero.
Donna senza vita che non riesci a vedere alternative al di fuori dell’atroce strada della prostituzione legalizzata che la Società mediatica ti offre.
Donna senza vita che non partorirai altro che abomini dal corpo perfetto, dal vestito all’ultimo grido, spendendo e spandendo per impartirgli il concetto che i sensi, l’apparire e l’arroganza sono le uniche entità per divenire qualcuno. Donna senza vita che non vuoi vedere i naturali limiti del tuo figlio, insistendo sulla strada tracciata da te medesima, sino a farlo deflagrare in una pozza di disperazione.
Donna senza vita che con la tua presenza indomita e perfetta – il riflesso più agghiacciante della tua ignoranza – ammutolisci coloro che la vita se la tengono stretta. Donna senza vita che sputi la tua frustrazione contro la mamma dal bambino intelligente e umile, fumando in faccia ad esso quanta più bile per farlo soffocare, tentando di drogarlo in vena con la lunga siringa della tua lingua insincera.
Donna senza vita che t’accorgi di stare per sbagliare tutto, che non vuoi saperne d’usare la tua mente in maniera indipendente – perché affatto cool -, ostinata come la carica di un ariete ad un mulinello d’aria.
Donna senza vita dalle mille difficoltà mascherate dietro ad un sorriso schiocco, una frasi allusiva e il dimenare dell’opulenza del tuo corpo di plastica. Donna senza vita che ti desideri vuota.
Piacente e corteggiata da altri Senza Vita, aride isole solitarie – senza ponti né porti – in questo mare di sentimenti soffocati in cui non ti vuoi riconoscere.

1 Comments:

Blogger IL SOLE E' BLU said...

il mondo è vario, certo questo è scontato ma purtroppo la realtà che ci circonda è spesso quella che non vogliamo o quella a cui non sentiamo di appartenere. La donna senza vita, l'uomo senza viva in fondo vivono...

6:59 AM  

Post a Comment

<< Home