Wednesday, April 20, 2005

vivere & sopravvivere

Quando tiri a campare, quando torni a casa dal lavoro e ti stravacchi sul divano fino a che non ti addormenti per poi svegliarti e ritornare al lavoro, quando vedi la liberta' sulle pagine di un giornaletto pornografico, vuol dire che stai sopravvivendo. Sopravvivere e' una condizione di servilismo nei confronti della societa' che ti circonda, di cui ti senti succube e schiacciato. Non prenderai certo dei rischi - sarai sempre sulla barca dei vincitori -, ma ti verra' il timore di far parte di un gregge. Tecnicamente: preda.
Quando si prendono dei rischi, anche con giudizi controcorrente e quindi impopolari, fregandosene altamente di tutto cio' che ti circonda, quando decidi di mettere a frutto quello che ti ronza nella testa, quando esibisci con orgoglio i frutti del tuo intelletto, vuol dire che hai deciso di vivere.
Molti sono sopravvissuti aspettando la fine, divertendosi pure a sbeffeggiare chi ha voluto vivere, ma solo quest'ultimi possono dire di aver fatto qualcosa di concreto nella loro vita.
Se hai deciso di sopravvivere, ben per te, basta che tu lo riconosca, ma se hai deciso di vivere, beh... buona fortuna: non siamo in un film, e' bene che tu lo sappia, quindi non puo' esistere sempre un lieto fine.
Vivere o sopravvivere?

1 Comments:

Blogger enricopr said...

Mi vengono in mente 2 cose:

Tutti muoiono, non tutti però vivono veramente.(Braveheart)


ma soprattutto...



Meglio una bionda oggi che una gallina domani.(A Beautiful Mind)

9:59 AM  

Post a Comment

<< Home